ORO 18 CARATI | LA PUREZZA DELL'ORO | RICONOSCERE I CARATI | Contattaci | Links

L'oro 18 Carati

I Diversi Carati dell'Oro

Abbiamo anticipato come i carati siano utilizzati per indicare la percentuale di purezza dell'oro che può raggiungere il punto massimo di 24 carati, i quali sono associati all'oro puro.

L'ovvia conclusione sarebbe che il braccialetto d'oro 18K che ci hanno regalato sia di mediocre valore, ma non è così...

L'oro 24K è, infatti, raramente commercializzato, oltre che per il suo costo anche per la scarsa resistenza del prezioso materiale, dalla quale dipende molta della sua fortuna.

Il metallo allo stato puro (24 carati) è estremamente duttile ed in ragione di tale caratteristica può assumere infinite forme trovando declinazioni sempre inedite.

Allo stesso tempo però, se non venisse mescolato ad altri metalli, sarebbe davvero poco resistente e di conseguenza in ogni paese del mondo si creano leghe con alcuni metalli, fra i quali argento e rame.

Ogni nazione ha i propri costumi, anche in fatto di gioielli che sono più o meno preziosi a seconda del gusto locale.

In Italia, ad esempio, il tipo d'oro più diffuso è quello a 18 carati e ciò significa che amiamo trattarci bene, dal momento che i vicini francesi si accontentano tendenzialmente di una purezza minore, pari a 14 carati.

La differenza tra i carati è fondamentale per comprendere il valore di un oggetto e per averne un'idea basti pensare che nel caso dei 18 carati sono presenti 750 millesimi di grammo d'oro, mentre in un gioiello di 14 carati solo 585 millesimi di grammo.

D'altra parte, però, considerare esclusivamente la percentuale d'oro presente in gioiello è limitativo, dal momento che esso può presentarsi legato ad altri metalli preziosi, come ad esempio il platino, e da tali combinazioni nascono tinte d'oro eccezionalmente accattivanti ed originali.

Visita i Nostri Portali
Siti Dove Compro Passatempi Food
Navigare Facile Meteo Prestiti A portata di Mouse Risultati Calcio